Tesori di Roma: foto di Roma gratis

Basilica di Santa Maria in Montesanto

Basilica di Santa Maria in Montesanto
Basilica di Santa Maria in Montesanto

Di queste due chiese nella piazza del Popolo, cominciate d' ordine di Alessandro VII, ne fu architetto il cavalier Rainaldi, e il disegno di esse va in stampa. Furon poi ride a perfezione mediante la generosità del cardinal Gastaldi, e col pensiere del Bernini, ed assistenza del cavalier Fontana, seguitando il disegno del Rainaldi, e rendono l'ingresso in Roma tanto maestoso.

E' detta "la chiesa degli artisti". Qui difatti si celebrano i funerali di personaggi famosi. Committenza Alessandro VII° nel 1662; Facciata: preceduta da un portico in travertino con quattro colonne; Cupola: tamburo dodecagonale divisa in dodici spicchi; Pianta interna: ellittica con paraste corinzie; Cappelle: tre per lato; Altare maggiore: è collocato il dipinto con cornice sormontata da angeli di Filippo Carcani; Statue: su disegni di Bernini; Tele o dipinti: Carlo Maratta, Luigi Garzi, Daniele Seiter, Giuseppe Chiari

Le statue di travertino sopra la facciata sono di diversi, come del Morelli, Rondone, Silano, Antonio Fontana, ed altri.

Nella prima cappella de' signori de' Rossi sull'altare è il santissimo Crocifisso, e due quadri laterali di Salvator Rosa, ed altre pitture nelle lunette, e nella volta. l'architettura della medesima è d' Alessandro Cessani; e li stucchi di Francesco Papaleo Siciliano.

Nella terza cappella, che segue, ha dipinto egregiamente il quadro, le lunette, e la volta Niccolò Berrettoni, considerato il megliore scolare di Carlo Maratta. Li stucchi sono di Paolo Naldini, come anche li puttini di marmo; e l'architettura è di Carlo Bizzaccheri Romano.

Nell'ultima cappella il quadro di s. Alberto è d' Onofrio d' Avellino scolare di Solimena.

l'altar maggiore, dove si conserva l'immagine di Maria Vergine, ha per di sopra due Angioli fatti dal Carcani detto Filippone. Li busti di bronzo di quattro Pontefici dai lati sono del cavalier Lucenti; e li putini, che sostengono l'arme del cardinal Gastaldi, sono dell'istesso.

Dall'altro lato la cappella ornata col disegno di Tommaso Mattei, ha il quadro di s. Francesco avanti alla Madonna fatto dal Maratta, ed è stato inciso in rame. I laterali sono uno del Garzi, e l'altro di M. Daniele: la volta è del Chiari. Di esso è il quadro della Pietà nella sagrestia di questa cappella, e i freschi eccellenti son di Bacicci.

La cappella seguente è de' signori Aquilanti, e le pitture, alludenti alla vita di s. Maria Maddalena de' Pazzi, sono di Lodovico Gimignani: l'architettura è del cav. Rainaldi: li stucchi del Carcani, e del Morelli: e gli Angioli nell'arco per di fuori, pure del Carcani.

Le quattro statue nelle nicchie della cupola sono del Carcani suddetto. La sagrestia della chiesa ha il quadro dell'altare dipinto da Biagio Puccini.

In questa chiesa stanno li PP. Carmelitani.

Le schede informative sono tratte da - Descrizione delle Pitture, Sculture e Architetture esposte in Roma di Filippo Titi - stampato da Marco Pagliarini in Roma 1763

Indice delle Chiese Barocche